Cittaducale, l’area archeologica delle c.d.Terme di Vespasiano e la Chiesa di san Vittorino

cittaducale

Cittaducale fu progettata all’alba del XIV secolo da un architetto pisano, Enrico de’ Recuperanti, per volontà di Roberto d’Angiò con lo scopo di fortificare i confini del regno verso la città di Rieti.
Fulcro della cittadina medievale è la piazza centrale sulla quale si affacciano numerosi edifici storici. Ma laterttanti prestigiosi edifici si collocano anche lungo il Corso a partite dalla Porta inferiore e nei pressi dell’imponente Torre Angioina.
Questi splendidi edifici rivelano ai loro interni scaloni maestosi, pareti affrescate, soffitti lignei dorati e elementi decorativi realizzati con antichi reperti archeologici.
Numerose le chiese tra cui spicca la Chiesa di santa Maria del Popolo, antica cattedrale della diocesi tra il XVI e il XIX secolo.
È facile imbattersi passeggiando per il centro, in angoli suggestivi che conservano tutta l’atmosfera medievale del borgo come a compiere un salto nel tempo.

A poca distanza dalla cittadina di Cittaducale si trova l’area archeologica delle c.d. Terme di Vespasiano.
Il grande complesso articolato su quattro terrazzamenti si identifica in realtà con un antico luogo di culto probabilmente dedicato alla dea Vacuna. Al centro del secondo terrazzamento, delimitato da strutture murarie articolate in ambienti e nicchie, come un vero fondale scenografico, vi è infatti un grande vasca realizzata scavando il banco di travertino sottostante.
Le strutture fanno riferimento ad un arco cronologico che va dal II secolo a.C. al vI secolo d.C.

Particolarmente suggestiva la chiesa di San Vittorino lungo la via salaria nei pressi di Cittaducale. S. Vittorino fu martirizzato, secondo la più antica tradizione agiografica, nella adiacenti Terme di Cotilia  la piana che si estende proprio difronte ad essa reca proprio il nome del Santo. secondo la leggenda egli fu sospeso a testa in giù su un laghetto di acqua sulfurea e morì dopo tre giorni avvelenato dall’acido solfidrico che emanava dalle acque.
La chiesa fu costruita intorno ai primi del 1600 ma iniziò presto sprofondare essendo stat costruita in una zona acquitrinosa. Al suo interno infatti emerse, ed è tutt’ora presente, una sorgente di acqua limpidissima.

Durata: mezza giornata

Ritrovo: Torre Angioina

Itinerario: Cittaducale – Area archeologica c.d. Terme di Vespasiano – Chiesa San Vittorino

Per info:

✍ info@iterart.it

☎ 320 2921909 – 328 1629589


Leave a Comment

Logged in as - Log out